Testimonianza Di Maria Giulia

Chi sei? Presentati.

Mi presento!

Mi chiamo Maria Giulia e sono una donna da sempre fuori dagli schemi e fuori dal coro! Sono una solitaria circondata da tanto affetto. Vivo di musica e di Bellezza.

Talvolta sono Sole e talvolta sono Luna. Sono mamma di Alessandro (13anni) e faccio parte di una squadra di cui vado fiera: una squadra di audaci (io, mio figlio ed il mio ex marito). Audaci e sognatori!

Ho gli occhi verde smeraldo come mio padre, uomo affascinante ed onestissimo che da tempo non c è più ma vive in me. 

A che età hai iniziato ad avere i primi disturbi alimentari?

Verso i 16 anni sono scivolata nell’anoressia…  senza rendermene conto. Non ho mai avuto problemi di peso ma ad un certo punto al ritorno da un campeggio ho iniziato a ridurre l’alimentazione… e più dimagrivo più mi sentivo potente. Ho bruciato la mia Bellezza in pochi mesi.

Ma poi mi sono vista… x come veramente mi ero ridotta e mi sono ritirata in campagna con mia madre per riprendermi e ne sono uscita! Dopo circa due anni di equilibrio… alla fine del liceo è comparsa la bulimia (ed io neanche sapevo cosa fosse). Bulimia atipica(senza vomito né variazioni di peso): abbuffata, digiuno/restrizione, tanto sport e poi di nuovo ma senza una regolarità.

Sono stata anche tanto tempo senza sintomi (soprattutto nei periodi più difficili della mia vita).

Ci sono dei cibi particolari che catturano la tua attenzione?

Andavo alla ricerca in primis dei carboidrati, ma li sceglievo con cura (dovevano essere cibi squisiti e particolari… come ad un banchetto). La mia psicologa le definiva “abbuffate nobili”.

In quale momento del giorno si scatenano gli attacchi?

Momento critico: il mattino dopo colazione, soprattutto se sono da sola, rilassata, con un po di tempo libero… insomma come ad una festa (che poi è una festa di morte dell’anima).

Come ti è scattato questo meccanismo?

Durante l’abbuffata mollo il controllo ed il perfezionismo… mi rilasso… mi sembra di essere più libera… ma tutto ciò dura un soffio.

Ora è un bel po di tempo che non accade più. E comunque da tanto tempo se capita non mi punisco più ma mi coccolo e mi perdono.

Che tipo di rapporto hai con la tua famiglia?

Non ho mai pensato di non valere niente. Grazie ai miei genitori ho sempre avuto grande stima ed amore di me stessa. Ed anche in quei momenti il selflove mi ha tenuto lontana dal vomiting e da altri comportamenti che mi avrebbero fatto troppo male.

Abbiamo parlato del modo in cui le persone che soffrono di anoressia piuttosto che di bing-eating si guardano a vicenda: cosa puoi dirmi a riguardo?

Non ho mai avuto variazioni di peso se non di pochi kg (a parte nel periodo anoressico in cui ero un’ombra). Quindi non ho mai dato importanza al peso delle persone. Sono convintissima che la bellezza prescinda dal peso. Esistono donne burrose che sono delle Veneri.

In che modo hai cercato di guarire? Che tipo di cure hai ricevuto e come stai affrontando la vita ora?

Ho intrapreso due percorsi di terapia psicologica interrotti presto perché mi sembrava non mi arricchissero. Anche se a distanza di tempo ammetto che ho assorbito cose importanti senza esserne del tutto consapevole.

Cerco di migliorare… di ascoltarmi…. di monitorarmi… di amarmi sempre di più… di imparare… ora x esempio sono da poco in un gruppo speciale ed ho conosciuto una persona speciale che ne è uscita e mi ha illuminato… e talvolta quasi abbagliato (vedi percorsi neurali). Questa persona è stata bullizzata nel periodo della crescita ed ha avuto una famiglia che l’ha come spenta minandone l’autostima. Ho avvertito tutto quel dolore come se fosse il mio. Ed ora vederla rinata mi da’ un senso di gioia che non si può spiegare.

Se dovessi dare un consiglio a qualche persona malata di disturbi alimentari, quale daresti?

Consiglio a chi soffre di un dca di non illudersi di farcela da solo, di non rimandare, e di avere paura… tanta paura perché il dca ti ruba pezzi di vita e di salute e di dca si può morire. Consiglio di fare un primo importantissimo passo: chiedere aiuto!! Per esempio, un gruppo come questo può aiutare tantissimo ma bisogna essere pronti e consapevoli che bisogna fare fatica ed iniziare a cambiare affidandosi anche.

Consiglio di buttare la bilancia.

Consiglio di non fare diete.

Consiglio di partire da una passione… una grande passione… ognuno di noi ne ha una… e di dedicarcisi.

Consiglio di tenere un diario.

Consiglio di visualizzare e scrivere i vantaggi e svantaggi di un’abbuffata.

Consiglio di concedersi ogni giorno una coccola alimentare.

Consiglio di alimentarsi in maniera adeguata e magari di farsi dare qualche dritta da un nutrizionista(no diete!!).

Consiglio di camminare nella natura ogni tanto.

Consiglio di ascoltare musica (anche classica).

La bulimia si lega spesso all’anoressia, che esperienza hai a riguardo?

Il rapporto col mio corpo è buono! Io mi piaccio nella mia unicità. Ho i miei punti di forza e so valorizzarli.

Inizialmente il dca ha influito pesantemente sulla mia vita sociale: in anoressia mi sono isolata sempre più.

Poi sempre meno… la bulimia non mi ha impedito di avere una vita degna (a parte quei maledetti momenti), ma di vita me ne ha rubata eccome. In pratica il giorno dell abbuffata e quello successivo erano giorni di non vita (il giorno dopo mi sentivo male come dopo un’indigestione).

Per il resto ho vissuto e sto vivendo pienamente assecondando il mio spirito libero ed avventuroso. Certo c’era sempre una parte sofferente di cui piano piano ho imparato (e sto imparando) a prendere cura.

Il dca non credo abbia minato la mia salute (stomaco, smalto dei denti, altri organi interni). Spero non abbia danneggiato il mio scheletro (osteoporosi) anche perché il periodo anoressico e di forte restrizione è stato relativamente breve.

No, non mi ritengo guarita dal dca… ma mi ritengo sulla strada giusta(x me!).

E se ci penso mi dico: “brava” x tutte le ardue imprese che ho portato a termine fino ad ora.

Io mi amo!

Come sei arrivata al gruppo?

Per caso ho letto un post di Imma e lei mi ha invitato dopo una conversazione in pvt.

Che aspettative avevi? Sono state raggiunte?

Non ho mai partecipato ad alcun gruppo per cui non avevo aspettative! Ho trovato contenuti e spunti illuminanti.

Se dovessi consigliare me, il mio lavoro, il percorso che abbiamo fatto e che stiamo facendo con quali parole lo diresti?

Consiglio il percorso con Imma unito strettamente a quello medico per sistemare le problematiche legate alla salute (perdita del ciclo in primis) in modo da prendersi cura della salute del corpo e dell’anima. Il valore aggiunto è che non si parla di diete e peso (alimentando l’ossessione) e si imparano tante cose nuove utili x la vita!!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi